Navigazione
Musicultura sociale

 

Al via la fase Audizioni del Concorso

Azioni sul documento
Suoni, voci, parole di un’ Italia autentica si danno appuntamento a Macerata

Anche il pubblico potrà assistere alle esibizioni degli artisti convocati
Gli studenti delle Università di Macerata e Camerino riuniti in gruppi d’ascolto

06-03-2006

Martedì 11 novembre, nella suggestiva cornice del Teatro della Società Filarmonica Drammatica di Macerata (C.so Gramsci, 30) avrà inizio la fase “Audizioni live” della XVI edizione di Musicultura. Da tutta Italia, un drappello di circa 250 musicisti convergerà nel capoluogo marchigiano con la speranza di conquistare un posto nella rosa dei 16 finalisti del Concorso, prezioso banco di prova per tutti coloro che aspirano a scrivere e a cantare le nuove pagine della canzone contemporanea di qualità.

Concluso l’esame dei quasi 1200 brani iscritti al concorso, Musicultura ha selezionato per le audizioni 50 proposte (10 gruppi, 32 voci maschili, 18 voci femminili, 27 anni l’età media, 21 anni il concorrente più giovane, 45 il più “vecchio”, 13 le regioni di provenienza, con un concorrente proveniente dal Lussemburgo).

Allestite con il sostegno tecnico della Show, le esibizioni degli artisti convocati si terranno dall’11 al 22 gennaio (con esclusione di sabato15 e domenica 16) al ritmo di cinque al giorno, con inizio alle ore 15,00. Il tutto rigorosamente dal vivo. L’ingresso libero (fino all’esaurimento dei posti) consentirà al pubblico di essere testimone di quella che è forse la fase più delicata del Concorso, senz’altro la più intrigante: quella in cui si può restare contagiati dalla creatività pulsante di artisti non ancora conosciuti dal grande pubblico, ma capaci di emozionare e sorprendere con la freschezza e l’autenticità di un progetto musicale. Non a caso, per fare qualche esempio, dalle audizioni di Musicultura sono transitati in passato gli gli Avion Travel, Gianmaria Testa e, più recentemente, Pacifico, Amalia Grè, Patrizia Laquidara

Questi i nomi degli altri selezionati, con la provenienza tra parentesi:

Elisa Amistadi
(Rovereto - TN), Beati Paoli (Palermo), Ilaria Bellucci (Limite sull’Arno – FI), Laura Bertolini (Roma), Marco Marchese (Roma), Chiarastella (Roma), Caraserena (Roma), Eleonora (Roma), Antonio Castello (Calci - PI), Nocturlab, (Alfonsine - RA), Compagnia dell’Encelado Superbo (Lentini - SR), Piervincenzo Cortese (Roma), Simone Cristicchi, (Roma), Pino De Maio (Napoli), Michele De Martiis (Ancona), Luca De Paoli (Feltre - BL), Andrea Di Carlo (Roma), Pier Didoni (Milano), Fabula Rasa (Bari), Carlo Alberto Ferrara (Roma), Flamingo (Borgo San Lorenzo – FI), Luca Gemma (Milano), Massimo Giangrande (Roma), Alessandro Orlando Graziano (Roma), Francesco La Barbera (S. Giuseppe Vesuviano - NA), Angelo Elle (Latina), Allegra Lusini (Rignano Flaminio - RM), Nicola Manno (Catanzaro), Loredana Mauro (Salerno), Vittorio Merlo (Bissen - Lussemburgo), Mines (Recanati –MC), Caterina Monti (Ariccia – RM), Nasodoble (Sassari), Tenedle (Reggello – FI), Candida Nieri (Cecina – LI), Nuova Agricola Associazione (Francavilla al Mare – CH), Zoldester (Bari), Nicola Pecci (Vaiano – PO), Giovanni Peli (Brescia), Erika Blu (Roma), Chiara Raggi (Rimini), Gianluca Rebuzzi (Bologna), Tomaso Romani (Udine), Jacopo Sammartano (S.Giustino Valdarno – AR), Valerio Sanzotta (Roma), Gabriele Stabile (Roma), Andrea Staderini (Roma), Diana Tejera (Roma), Maria Tomaselli (Tremestieri Etneo – CT), Cristina Vece (Bracciano – RM).

Tra le novità delle audizioni di quest’anno, spicca il coinvolgimento – che proseguirà durante tutto l’iter del Concorso - degli studenti delle Università di Macerata e di Camerino. Riuniti in due gruppi di lavoro, essi avranno tra l’altro facoltà di segnalare alla commissione d’ascolto di Musicultura le loro preferenze riguardo alle proposte che di giorno in giorno si alterneranno sul palco. La posta in palio è artisticamente e “finanziariamente” allettante. Dalle audizioni scaturiranno infatti i sedici finalisti che entreranno a far parte del CD compilation e che, nella prossima primavera, saranno protagonisti della fase polimediale del Concorso.

Assieme al Comitato Artistico del Premio (quest’anno composto da Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Samuele Bersani, Carmen Consoli, Tiziano Ferro, Max Gazzè, Dacia Maraini, Gianna Nannini, Pacifico,Gino Paoli, Elio Pecora, Fernanda Pivano,Vasco Rossi,Michele Serra, Daniele Silvestri,Sandro Veronesi, Antonello Venditti, Federico Zampaglione) un pubblico vasto e differenziato avrà modo di conoscere e votare attraverso Radio1Rai, RadiocorriereTV e Internet le canzoni finaliste, contribuendo all’elezione degli otto vincitori che si esibiranno nel corso delle serate finali della manifestazione.

L’impegno di Radio 1 Rai, che attraverso un apposito accordo ha di recente voluto consolidare e ampliare il proprio rapporto con la manifestazione marchigiana, è tra l’altro un esempio concreto di come il mezzo radiofonico, attraverso la credibilità di un osservatorio culturale sperimentato come quello di Musicultura, possa impegnarsi a documentare e promuovere un fenomeno di creatività musicale che affonda le proprie radici in tutta la penisola, ma che spesso sfugge ai sensori di un industria discografica in crisi d’identità.

Nell’ambito delle serate finali (giugno 2005), trasmesse in diretta da Radio 1 Rai, al vincitore assoluto andranno in premio 20.000 euro; saranno inoltre assegnate la targa della critica di 5.000 euro, offerta dalla Camera di Commercio di Macerata, il Premio (2.500,00 euro) “Università della Marche – Terre delle Armonie” per il miglior testo e le borse di studio Imaie e Siae del valore di 2.500 euro ciascuna, rispettivamente per la migliore interpretazione e per la migliore musica.