Navigazione
Musicultura sociale

 

Pilar vince la XVIII edizione del Musicultura Festival

Azioni sul documento
Una finalissima emozionante e ricca di pathos
con Vecchioni, Nomadi, Bertè, Carboni e i quattro vincitori in gara:
Paola Angeli, Fabio Ilacqua, Concerto Musicale Ambaradan e Pilar

06-03-2006

Si è conclusa con successo anche la XVIII edizione del Musicultura Festival.
Nell’affascinante scenario dell’Arena Sferisterio di Macerata, davanti ad un pubblico numeroso e emozionato, a conquistare il titolo di vincitore assoluto, aggiudicandosi il “Premio Ubi - Banca Popolare di Ancona” di 20.000 euro è stata Pilar, consegnato dal presidente dell’istituto, Corrado Mariotti.
Felice del risultato ottenuto la cantautrice romana ha dichiarato: «Ho cantato senza scarpe perché ho pensato solamente a divertirmi senza badare all’immagine. Musicultura è molto importante per la mia carriera. È un’arma in più rispetto ad un mondo solo superficiale. Ci tengo ad evidenziare che la vittoria è venuta con questa canzone scritta insieme a Franco Piani e Fabio Stassi, un brano dotato di una grande forza evocativa. Ringrazio anche i miei musicisti: alla chitarra Alessandro Girotto, al contrabbasso Stefano Cesare, alla fisarmonica Gianni De Crescenzo, al violoncello Gianfranco Benigni, alle percussioni Tommaso Sansonetti, alla danza Cristian Cicconi».

Il premio conquistato da Pilar è giunto a conclusione di una serata ricca di grandi nomi. Dopo le sentite esibizioni dei quattro vincitori del concorso, Concerto Musicale Ambaradan, Fabio Ilacqua, Paola Angeli e la stessa Pilar, è stato il momento tanto atteso dal pubblico degli ospiti illustri. A rompere il ghiaccio è stato Luca Carboni che ha proposto un Medley dei suoi più grandi successi. Il secondo tempo dello spettacolo è cominciato con la performance di Roberto Vecchioni: tutti i presenti hanno cantato con lui in coro la celebre Samarcanda. Quindi, Loredana Bertè, acclamata dalla platea, è salita sul palco e ha proposto una rosa di suoi brani e di cover celebri. Dopo la consegna a Pilar del Premio della Critica, del valore di 5.000 euro, da parte di Stefano Gregori, vice presidente della Camera di Commercio della provincia di Macerata, sono saliti sul palco i Nomadi, accompagnati dall’applauso entusiasta di almeno tre generazioni di astanti.

A chiusura di questo diciottesimo anno di età, il Direttore Artistico di Musicultura Piero Cesanelli si è detto molto più che soddisfatto di questa edizione: «La mia più grande soddisfazione è per quello che il palcoscenico ha saputo regalare ad un pubblico numeroso, motivato, attento e capace di assorbire grandi emozioni».
A proposito di Pilar ha detto: «Date le precedenti affermazioni dei vincitori di Musicultura, quelli che hanno vinto il premio della critica e del pubblico, hanno avuto tutti un grande futuro, e quindi non potrà essere che così anche per Pilar».

Dopo le dirette di Radio Uno Rai e Rai International, Musicultura tornerà ad incantare il suo pubblico il 6 e il 13 luglio su Rai Due con due special di 70 minuti ciascuno, e presto anche su Rai Sat Extra con la messa in onda integrale delle tre serate, in prime time.

Prevista per agosto l’uscita del nuovo bando di concorso: la XIX edizione è già alle porte.