Navigazione
Musicultura sociale

 

I 16 brani finalisti e le fasi del concorso

Azioni sul documento
I brani finalisti presto al vaglio del Comitato Artistico di Garanzia

27-03-2009

L'Anteprima nazionale al teatro Filippo Marchetti di Camerino con l'amichevole partecipazione di Paola Turci ha presentato ufficialmente i sedici finalsiti della XX Edizione del festival e i rispettivi brani in gara.

Organizzata in collaborazione con l’Università di Camerino (Mc) e condotta dalle voci di Radio Uno Rai Carlotta Tedeschi e Gianmaurizio Foderaro, l’Anteprima Musicultura 2009 ha offerto al pubblico la chance di conoscere in anticipo, da vicino e rigorosamente live, i sedici artisti selezionati da Musicultura (tra quasi 1400 canzoni partecipanti) per l’accesso alla fase più calda del concorso, che da qui prende il via.

 “Siamo veramente riusciti ad assemblare le canzoni dei generi più diversi – ha commentato il Direttore Artistico di Musicultura Piero Cesanelli - Ogni sensibilità troverà il suo punto di riferimento. Va anche sottolineato come tutti gli artisti presenti in questo disco abbiano scelto la linea della sapienza e dell’eleganza, quella di sottrarre anziché aggiungere dando vita ad esempi di una musica di grande modernità e raffinatezza”.

 Ecco i titoli delle canzoni finaliste:           

·        “Il Corpo di Venere” di Paola Angeli (Bologna)

·        “L’aquilone” di Giovanni Block (Napoli)

·        “Sono morto da 5 minuti” delle Cordepazze (Palermo)

·        “Portuale” di Gregor Ferretti (Porto Fuori – Ra)

·        “Tragedia dell’estate” de I Gatti Mézzi (Pisa)

·        “0 (Zero)” degli Hellosocrate (Civitavecchia – Rm)

·        “La valigia dello straniero” delle Le Core (Gubbio – Pg)

·        “Il Bar della rabbia” di Alessandro Mannarino (Roma)

·        “Charleston” dei Manupuma And The Bulletz (Milano)

·        “Oltre” di Erica Mou (Bisceglie – Ba)

·        “Io sono il mare” di Naif (Quart – Ao)

·      “Studiare, lavoro, pensione e puoi muoio” di Jacopo  Ratini (Roma)

·        “Fiori su sassi” di Paolo Simoni (Comacchio – Fe)

·   “Commedia (Le risate!)” deiSUPERLOWed (Somma  Vesuviana – Na)

·        “Quest’amore” di Carmine Torchia (Sersale – Cz)

·        “Zero in condotta (Sui fatti di Genova)” dei VersoEst (Roma)

Dopo l’anteprima di Camerino, entreranno in azione il Comitato Artistico di Garanzia, il pubblico di Radio Uno RAi e, grande novità 2009, i lettori della Gazzetta dello Sport.

Insieme questi soggetti decreteranno gli otto vincitori della XX Edizione del festival.

- Comitato Artistico di Garanzia

Cinque vincitori saranno designati direttamente in base alle insindacabili scelte del, del quale fanno parte:

Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Niccolò Fabi, Lucio Dalla, Teresa De Sio, Tiziano Ferro, Giorgia, Mariangela Gualtieri, Vivian Lamarque, Dacia Maraini, Alda Merini, Gino Paoli, Vasco Rossi, Teresa Salgueiro, Michele Serra, Daniele Silvestri, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Sandro Veronesi e Antonello Venditti.

- I media partner: Radio Uno Rai e Gazzetta dello Sport

I restanti tre vincitori  saranno scelti dal pubblico di Radio Uno Rai (due vincitori) e dai lettori de La Gazzetta dello Sport (un vincitore). 

Dopo Radio Uno Rai - emittente più ascoltata dagli italiana e radio ufficiale del festival - anche il più importante e venduto quotidiano sportivo d’Europa assume il ruolo di media partner di Musicultura, di cui è pronto a seguire vicende e protagonisti.

E’ dunque un pubblico folto e variegato quello che si appresta a lasciarsi emozionare dalle canzoni finaliste e ad esprimere in merito le proprie preferenze.

A partire dal 4 Aprile e per sette settimane consecutive, Radio Uno Rai dedicherà una rubrica quotidiana ai finalisti e alle loro canzoni. Gli ascoltatori avranno elementi e stimoli sufficienti per esprimersi in merito attraverso il televoto.

Si tratta di una “esposizione” davvero significativa, che rinforza quella già importante degli anni scorsi e che corona gli ottimi risultati di un esperimento di programmazione musicale radiofonica che Radio Uno conduce ormai da dieci anni in collaborazione con Musicultura: aprire cioè le frequenze a quel che di nuovo, buono e trasparente si muove dal basso nella musica.

Al televoto del pubblico si unirà anche il voto degli studenti Unimarche che, dopo avere seguito le fasi preliminari del concorso, esprimeranno un parere che peserà per il 20% sull’esito finale.

 La Gazzetta dello Sport seguirà il festival raccontandone storie e atmosfere nell’ambito della sezione “Altri Mondi” e, più in particolare, ospitando in esclusiva sul proprio sito internet www.gazzetta.it (numero 3 in Italia per contatti) la “gara” e il voto online delle canzoni finaliste. L’originale connubio tra Musicultura e Gazzetta, che si preannuncia denso di sorprese,  sancisce un matrimonio tra valori comuni: quelli che sono alla base dello sport vero raccontato dalla Gazzetta e  quelli della canzone di qualità, che non teme la “competizione” - come accade nel caso del concorso -  ma che lo fa con trasparenza nel reciproco rispetto, consapevole che non sarà il risultato ad inficiare il valore di un artista o di un brano. 

 La valorizzazione dei 16 finalisti non si ferma ai confini nazionali. A partire da aprile, Raitalia Radio (canale radiofonico di Rai International) presenterà infatti all’interno di “Taccuino italiano” i sedici artisti in gara al mondo. Sarà Antonell Sciocchetti a condurre questa galoppata in musica, che coinvolgerà le comunità italiane sparse ai quattro angoli del mondo e tutti gli appassionati che all’estero si appassionano alla nostra realtà linguistica e musicale.

 In concomitanza con la gara, uscirà ad Aprile nei negozi di dischi il CD compilation 2009, che raccoglierà i sedici brani in concorso. La distribuzione sarà curata da Venus Dischi.

 Al termine dell’iter di selezione descritto, saranno designati gli otto vincitori che si esibiranno  insieme ai grandi nomi della canzone italiana e internazionale all’Arena Sferisterio di Macerata il 26, 27, 28 giugno 2009, nel corso della fase conclusiva della XX edizione di Musicultura.

Lì il pubblico decreterà il vincitore assoluto che si meriterà il Premio “Ubi - Banca Popolare di Ancona”, del valore di € 20.000,00 euro.

Nel corso delle serate finali saranno inoltre assegnati anche la Targa della Critica (5.000,00 euro) e i Premi di (2.500,00 euro ciascuno) rispettivamente per la migliore interpretazione, la migliore musica, e il miglior testo.