Vai ai contenuti. Spostati sulla navigazione

Musicultura

Sezioni
Tu sei qui: Portale Area Stampa I Comunicati Stampa Audizioni Live di Musicultura 2010. Si apre l’ultimo weekend della musica d’autore. Domenica, Bassignano di concerto.
Navigazione
Musicultura sociale

 

Audizioni Live di Musicultura 2010. Si apre l’ultimo weekend della musica d’autore. Domenica, Bassignano di concerto.

Azioni sul documento

04-02-2010

La giostra delle Audizioni Live di Musicultura riparte stasera alle ore 21 al teatro della Filarmonico Drammatica di Macerata, per il suo ultimo giro dedicato ai talenti della musica d’autore. Sarà questo l’ultimo week end, quello che sabato 6 febbraio chiuderà la fase delle audizioni, per poi dedicare il pomeriggio di domenica 7 febbraio al poliedrico Ernesto Bassignano, con l’anteprima del suo ultimo disco “Aldilàdelmare”. Stasera sarà la volta dei Gaia Groove da Roma, di Francesca Romana Perrotta da Cesena, di Marco Saltatempo da Caserta, del bolognese Vincenzo Scruci e del marchigiano Giuseppe Tomassini, da Senigallia. I primi sono tre ragazzi di Roma alla continua ricerca di un sound che riesca a coniugare blues classico e moderno, rock, jazz e tradizione cantautorale, generi preferiti da ognuno di loro. Vengono da numerose esperienze negli Usa, e dal primo premio al newyorkese contest “BamBam Slam”. Di tutt’altro genere è invece lo stile di Francesca Romana Perrotta, leccese d’origine ma romagnola d’adozione, già vincitrice a Musicultura nel 2007, dove si è aggiudicata il premio per la migliore interpretazione. Nel 2008 ha pubblicato il suo primo album Vermiglio ed ha partecipato alla tournée teatrale del Musicultura Festival. Quest’anno cerca di bissare i successi maceratesi in attesa del suo secondo album, al quale sta lavorando insieme a Cristiano De André e Pacifico. Musicultura ha abituato il suo pubblico alla continua migrazione da un genere all’altro, al passaggio dal lieve cantautorato di Francesca Perrotta alle atmosfere mediterranee che propone il marchigiano Giuseppe Tomassini di Senigallia. Ma si ritorna presto al cantautorato tradizionale, ai suoni piani e lievi, con i compagni di viaggio di sempre, Tenco, De Gregori, De Andrè, Conte, Caputo, Capossela... Questa volta è Vincenzo Scruci, lucano adottato dalla Bologna di Dalla e Guccini, a evocare i grandi maestri della musica d’autore italiana. Sicuramente più pop, sicuramente più sperimentale è invece il percorso musicale di un predestinato come Marco Saltatempo. Secondo allo Zecchino d’Oro a soli cinque anni, ha sviluppato la sua trama creativa con l’obiettivo di uscire dagli schemi costruiti intorno alla musica pop Italiana, “saltando il tempo” sia metaforicamente che praticamente. Cinque artisti, tre brani per ogni artista. E pezzi di storie che disegnano ogni volta percorsi musicali originali ed inediti, che intrecciati tra loro riescono a scrivere un capitolo nuovo, entusiasmante ed elettrico, su quel libro dal fascino inimitabile intitolato Musicultura. Storie sciorinate così, quasi nude, di fronte alle domande della commissione d’ascolto guidata dal direttore artistico Piero Cesanelli e dal vicepresidente di Musicultura Ezio Nannipieri, affiancati dagli altri giurati e dalla giuria universitaria, formata dagli studenti delle Università di Macerata e di Camerino. Poi il pubblico, che accede gratuitamente al teatro, attratto dalla particolarità dello spettacolo e dal talento di questi giovani artigiani della musica d’autore. Ma anche il pubblico che segue da casa le Audizioni, grazie alla diretta live disponibile al sito www.arcoiris.tv e commenta nella chat del sito ufficiale del festival. Al termine delle audizioni, Musicultura proclamerà i 16 finalisti del concorso. I loro brani, inseriti nel cd compilation di Musicultura, verranno programmati da Radio Uno Rai e sottoposti al vaglio del Comitato Artistico di Garanzia, composto da Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Lucio Dalla, Teresa De Sio, Tiziano Ferro, Giorgia, Dacia Maraini, Gino Paoli, Vasco Rossi, Teresa Salgueiro, Michele Serra, Daniele Silvestri, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Sandro Veronesi, Antonello Venditti. Saranno otto i vincitori che si esibiranno sul palco dell’Arena Sferisterio di Macerata nel corso delle serate finali del festival, il 18, 19, 20 giugno 2010. Da questi scaturirà il vincitore assoluto a cui andranno i 20.000,00 euro del Premio Banca Popolare di Ancona.