Vai ai contenuti. Spostati sulla navigazione

Musicultura

Sezioni
Tu sei qui: Portale Area Stampa I Comunicati Stampa Rimandata al 22 agosto l'ultima serata di Lunaria saltata a causa del maltempo
Navigazione
Musicultura sociale

 

Rimandata al 22 agosto l'ultima serata di Lunaria saltata a causa del maltempo

Azioni sul documento

30-07-2010

Lunaria 2010 non poteva finire così presto. Così, ci ha pensato Giove Pluvio “a fare in modo che l’attesa per la scoppiettante serata finale con i protagonisti del programma di Radio 1 Rai “Ho perso il trend” crescerà fino al 22 agosto”, data scelta dall’Associazione Musicultura e dalla banda di Ernesto Bassignano & co. per la replica dello spettacolo di giovedì 5 agosto, rimandata per le pessime condizioni atmosferiche. Per il direttore artistico di Musicultura Piero Cesanelli la pioggia non ha rovinato la festa, “ma l’ha prolungata e resa più febbrile ancora per qualche settimana”. “Torneremo a Recanati per una grande serata nel segno di “Ho perso il trend”, ancora più carichi”, ha aggiunto Bassignano, che ha imperversato per tutta la sera, durante l’incontro conviviale organizzato dal comune di Recanati nella sede del municipio. Al momento della torta, il cantautore romano ha ricevuto una targa ricordo dalle mani del sindaco di Recanati Francesco Fiordomo, “per l’affetto e per il legame con la città e con il Premio Città di Recanati, oggi Musicultura, di cui è stato uno dei primissimi ospiti”, come ha ricordato il primo cittadino, che ha consegnato il riconoscimento anche al sodale di Bassignano, Ezio Luzzi, “colonna della radiocronaca sportiva di Radio Rai”. Con la sigla di “Tutto il calcio minuto per minuto” cantata a cappella dalla banda di “Ho perso il trend” in onore di Luzzi e dei suoi anni “seriosi” a bordo campo, l’ufficialità della consegna delle targhe si è presto trasformata in un mini show a beneficio dei presenti, che hanno potuto assaggiare un esilarante anticipo di quello che accadrà sul palco di piazza Leopardi domenica 22 agosto. Oltre al duo Bassignano - Luzzi, sono intervenuti gli interpreti del programma di culto del pomeriggio di Radio 1 Rai, dal funzionario Rai Savino Cesario, all’“l’attore di serie C” Stefano Antonucci, così soprannominato e punzecchiato in continuazione da Claudio Lardo, “ambasciatore della Calabria Esaurita”, entrambi tenuti a freno dalle elucubrazioni della psicanalista junghiana Paola D'Agnese. La banda al completo di “Ho perso il trend” non ha perso occasione per divertirsi e divertire il pubblico presente. E quando Ernesto Bassignano ha cominciato a ricordare gli esordi recanatesi del Premio Città di Recanati, dall’incontro con Piero Cesanelli alla Terrazza Martini di Roma, “dove mi ha convinto a partecipare”, fino alla “partecipazione di Sergio Endrigo” e al parterre degli ospiti, critici musicali e grandi interpreti, qualcuno ha invocato la torta e tutto è terminato in un lunghissimo applauso, con un arrivederci a domenica 22 agosto, quando il pubblico di Lunaria potrà assistere all’imperdibile “Ho perso il trend” in versione live, che sarà inoltre registrato, per andare successivamente in onda su Radio 1 Rai. Lunaria chiuderà quindi il suo ciclo di eventi estivi nella città di Leopardi dopo quattro appuntamenti di alto profilo, che hanno restituito al pubblico momenti indimenticabili, con i più grandi interpeti della canzone d’autore, accompagnati da intensi giocolieri di parole. Recanati ha risposto ogni sera riempiendo all’inverosimile la piazza più importante della città, “e farà lo stesso domenica 22 agosto”, assicura il direttore artistico di Musicultura Piero Cesanelli, certo che il pubblico tornerà ad entusiasmarsi, così come ha fatto per le canzoni dell’emergente Giusy Ferreri, che in coppia con Gianmaurizio Foderaro ha ripercorso i momenti salienti della sua bruciante carriera. O per Simone Cristicchi e Vincenzo Costantino Cinaski, con i loro versi nudi e crudi. Infine con il “professore” Roberto Vecchioni che a Recanati ha portato le sue canzoni sotto una veste elegante, oltre ad un giocoso repertorio a combinare musica classica e poesie. Insieme a Vecchioni, l’attrice Sonia Bergamasco ha reso omaggio alla “più grande poetessa di tutti i tempi”, come l’autore di Luci a San Siro ha definito Alda Merini.