Navigazione
Musicultura sociale

 

Musicultura Tour 2010. La rassegna itinerante fa il bis ad Urbania

Azioni sul documento

09-11-2010

Per il Musicultura Tour, sabato 13 novembre, si è ripetuto di Urbania il grande riscontro di pubblico registrato al debutto di Castelfidardo.
La rassegna itinerante di musica d’autore è stata accolta con grande calore dagli urbaniesi che hanno riempito platea e palchi del Teatro Bramante.
Significativa la partecipazione di giovani, a partire dall’assessore alla cultura, Alice Lombardelli, che appena trentenne, ha da subito accolto l’iniziativa del Tour, comprendendo bene la portata di una iniziativa che si propone di avvicinare i giovani alla musica d’autore e di far conoscere la vocazione culturale del territorio marchigiano. Il sindaco, Giuseppe Lucarini, chiamato sul palco da Gianmaurizio Foderaro (responsabile musicale di Radio 1) - conduttore insieme a Carlotta Tedeschi (responsabile della redazione spettacolo e cultura del GR) - ha dichiarato con grande emozione “Siamo molto soddisfatti di aver portato il Musicultura Tour nel nostro teatro, che con tanti sacrifici abbiamo visto riaprire nel 2001. Anche se i tagli alla cultura ci stanno togliendo l’Italia migliore, la nostra amministrazione è pronta ad affrontare qualsiasi difficoltà pur di far si che la nostra nazione sia degna del nome che porta”. L’amministrazione comunale ha consegnato ai conduttori di Radio 1 Rai un piatto in ceramica con il simbolo della città e ha omaggiato la madrina d’eccezione della rassegna, Paola Turci, con un colorato mazzo di fiori.
La cantautrice romana, mostrando tutta la propria riconoscenza per una rassegna che le permette di esibirsi nei luoghi storici delle Marche assieme ad artisti emergenti di grande spessore umano e culturale, ha detto “L’interazione tra artisti è secondo me molto piacevole e proficua e mi piacerebbe collaborare di più con questi giovani”. Chi sa se da questa idea non nasca qualcosa?

I passeggeri del Bus della Musica hanno mostrato sempre più scioltezza nel loro ruolo di intrattenitori. Anche se era solo la seconda tappa, artisti e conduttori hanno fatto subito gruppo. Sempre più a loro agio i giovani artisti che hanno offerto al pubblico dei piccoli set artistici composti da due pezzi da loro scritti e da un omaggio ad un cantautore italiano: Cordepazze si sono presentati con “Sono morto da 5 minuti”, “Sinfonica Sociale” e “ Le ragioni delle piogge” di Morgan; Andrea Epifani con “Tzigano della badante”, “Archeomanzia” e “Il suonatore Jones” di Fabrizio De André; Serena Ganci con Simona Norato con “Addio”, “Tutta colpa di Barbara Handler” e “Lamette” di Donatella Rettore; Naif Herin con “Io sono il mare”, “Oui maman” e “Lo shampoo” di Giorgio Gaber.

I conduttori Gianmaurizio Foderaro e Carlotta Tedeschi, andando oltre il loro ruolo di moderatori, si sono divertiti anche a fare da spalla al comico Giorgio Montanini, che con le sue incursioni satiriche ha coinvolto piacevolmente il pubblico. Divertente la gag imbastita sulla visita che Montanini e Foderaro hanno fatto alla Chiese dei Morti di Urbania.

A concludere la serata, Paola Turci ha regalato una performance molto sentina. Accompagnata da Pierpaolo Ranieri al basso e da Massimo Cusato alle percussioni, ha eseguito alcuni dei suoi brani più conosciuti, come “Bambini”, “Quasi settembre”, “Saluto l’inverno”, dei pezzi più recenti, “Nel nome di chi”, “La mangiatrice di uomini” e in omaggio a Domenico Modugno, “Dio come ti amo” . Il Musicultura Tour ripartirà il prossimo weekend con altre due tappe: venerdì 19 novembre, al Teatro Annibal Caro di Castelfidardo; sabato 20 novembre, al Teatro dell’Iride di Petritoli.